Gomme chiodate, cosa dice la legge

gomme chiodate
Le gomme chiodate sono legali? A rispondere a questa domanda ci pensa la circolare n. 58/71 del 22 ottobre 1971, un po’ datata ma ancora valida perché mai abrogata. Attenzione però, la circolare del Ministero dei trasporti può nascondere delle insidie quando le gomme chiodate vanno a infrangere uno dei commi previsti dal Codice della strada.

Le gomme chiodate, o pneumatici chiodati per marcia sul ghiaccio sono previste fin dal 24 febbraio 1966. Le gomme chiodate, per legge, devono:

  • avere una sporgenza dei chiodi non superiore a 1,5 mm
  • avere un numero di chiodi compreso tra 80 e 160. La prescrizione minima vale per la misura piccola di pneumatici mentre la prescrizione massima vale per pneumatici grandi
  • le gomme chiodate sono vietate su veicoli con peso superiore a 35 quintali.
Inoltre, chi circola con pneumatici chiodati dovrà:
  • limitare la velocità a un massimo di 90 km/h lungo la viabilità ordinaria
  • rispettare il limite di 120 km/h in autostrada
  • applicare delle bavette paraspruzzi sul retro delle ruote posteriori
  • montare pneumatici chiodati su tutte le ruote dei veicoli e di eventuali rimorchi
  • l’uso delle gomme chiodate è limitato dal periodo 15 novembre – 15 marzo

l’articolo 406 del regolamento del Codice della strada stabilisce che tutti i provvedimenti e le disposizioni tecniche emanate dai Ministri competenti (quindi anche la circolare circa l’utilizzo di pneumatici chiodati) nelle rispettive materie in attuazione delle norme del regolamento abrogato restano in vigore fino all’emanazione di nuovi decreti. Dato l’articolo 406, l’uso di gomme chiodate è del tutto legale ma solo se gli pneumatici chiodati montati sul veicolo sono a regola d’arte.

Circa l’impiego di gomme chiodate, sono previste possibilità di deroghe alle condizioni appena elencate da parte delle Regioni o delle Prefetture in relazione a particolari esigenze contingenti.

Come premesso, l’impiego di pneumatici chiodati può nascondere insidie perché in alcuni casi si potrebbero infrangere alcune prescrizioni presenti nel codice della strada, vediamo in dettaglio;

L’impiego di pneumatici non omologati può costituire violazione del codice della strada. Chi monta pneumatici chiodati non a norma può ricorrere alla violazione dell’articolo 72 e/o 78, ma anche dell’articolo 15 se la circolazione del veicolo che monta pneumatici chiodati può procurare danno al manto stradale o se crea un pericolo per la circolazione. In più, se le gomme chiodate producono molto rumore, si può incorrere alla violazione dell’articolo 155.

Gomme chiodate con chiodi a scomparsa

Mentre aspettiamo la diffusione degli pneumatici chiodati con chiodi a scomparsa inventate da Nokian Tyres (si tratta solo di un prototipo quindi la commercializzazione non è affatto imminente), dobbiamo accontentarci delle attuali proposte a norma come gli pneumatici chiodati proposti dalla Bridgestone o dalle altre case di settore. Segue il video delle gomme chiodate con chiodi a scomparsa. I chiodi, nel prototipo Nokian, potrebbero apparire sulla superficie delle gomme azionando un semplice pulsante posto nell’abitacolo.

Pubblicato da Anna Sepe il 8 febbraio 2015