Dischi freni auto: tipologie, manutenzione e prevenzione problemi

disco freni auto

I dischi freno sono un elemento molto importante dell’impianto frenante di un’automobile. Si tratta di elementi essenziali per la sicurezza sulla strada, quindi è fondamentale controllare sempre con la massima attenzione le loro condizioni ed effettuare una manutenzione adeguata e regolare.

Ci sono tantissime aziende che producono queste parti per automobile, tra queste: Brembo, Bosch, Delphi, TRW, JURID.



Dischi freno: tipologie

Quali sono le tipologie più comuni di dischi freno? Ecco quali sono le tipologie di dischi freno più diffuse nei veicoli moderni:

  • Dischi piatti
  • Dischi scanalati o tassellati
  • Dischi forati
  • Dischi tassellati e forati
  • Dischi ventilati
  • Dischi con fossette
  • Dischi a bordo ondulato

Quali sono i possibili problemi dei dischi freno, le loro cause e come prevenire?

Surriscaldamento. Può essere determinato dalle pastiglie freno che fanno attrito contro i dischi freno, perché le pastiglie freno si sono bloccate, oppure il pistone delle pinze si è bloccato, oppure perché si marcia con il pedale dei freni costantemente premuto. Se i dischi si surriscaldano, le prestazioni in frenata peggiorano.

Deformazione. Quando i dischi freno si deformano producono un cigolio e il veicolo comincia a ondeggiare e sobbalzare quando rallenta. Sei dischi sono danneggiati pesantemente, potrebbero persino cominciare a perdere il rivestimento. Per evitare questi problemi, bisogna sempre controllare che tutte le componenti si possono muovere liberamente e che i freni facciano resistenza.

Corrosione. La ruggine è causata dall’esposizione all’umidità, al sale, ad altri fattori provenienti dalla strada o dall’esterno, o anche da lunghi periodi di inattività, specialmente con il freno di stazionamento attivato, oppure con un pistone delle pinze bloccato o non completamente ritirato. I punti di ruggine portano a surriscaldamento, cigolio, sobbalzi, vibrazioni e frenata poco potente. Per proteggere i dischi freno dalla ruggine, non bisogna mai lasciare l’auto parcheggiata all’esterno per troppo tempo. Se l’auto rimane inutilizzata per molto tempo, bisogna usare i freni dolcemente e con attenzione per rimuovere i punti ruggine.

Crepe intorno ai fori di montaggio. Se ci sono delle crepe è intorno ai fori per i bulloni, in genere il motivo è che i dati dei bulloni sono troppo serrati, oppure serrati nell’ordine sbagliato, oppure il mozzo della ruota e il disco del freno non sono allineati correttamente. Di conseguenza, il disco freno può cominciare a vibrare subito dopo il montaggio o qualche tempo dopo. Se viene sottoposto a carichi importanti, si può deformare e crepare. Bisogna sempre seguire le istruzioni del produttore per quanto riguarda la forza di serraggio degli elementi di fissaggio e l’ordine con cui vanno inseriti, per evitare di danneggiare i dischi. Bisogna controllare che ci sia un allineamento piano e parallelo tra il mozzo e i dischi.

Superficie scanalata.  Se degli oggetti estranei rimangono intrappolati tra le superfici di attrito, molto probabilmente si creano delle scanalature. Il rischio maggiore riguarda dischi freni fatti con materiali morbidi oppure di scarsa qualità. Le scanalature riducono la forza di frenata e portano a rumori spiacevoli in fase di frenata. Questo problema si può evitare semplicemente pulendo a fondo pastiglie e dischi in fase di installazione, usando componenti di alta qualità e sostituendo le pastiglie insieme ai dischi freno.

Autoparti.it il negozio online leader di ricambi auto

Devi sostituire pastiglie, pinze, dischi freno o qualunque altra parte del tuo veicolo? Ti consigliamo di provare a visitare Autoparti.it un negozio online dove potrai comprare tutto il necessario in un posto solo, risparmiando tempo e denaro. Gli esperti del sito sono inoltre a disposizione per aiutarti a scegliere gli articoli più adatti alla tua auto. Saranno lieti di rispondere a qualunque domanda sui prodotti, sui termini di pagamento o di spedizione.

Pubblicato da Matteo Di Felice il 8 Gennaio 2020