Come volturare un’auto

Quanto costa il passaggio di proprietà e come si esegue? Sono molte le persone che in procinto di acquistare un’auto nuova o usata si chiedono come volturare un’auto. La voltura di una vettura è la procedura che si effettua per ufficializzare il passaggio di proprietà da un soggetto a un altro.

A chi dobbiamo rivolgerci per volturare un’auto?
I soggetti autorizzati a registrare il passaggio di proprietà di un veicolo sono le agenzie abilitate, gli Uffici Comunali, i Titolari degli Sportelli Telematici dell’Automobilista (STA), gli addetti ai lavori degli Uffici della Motorizzazione e dell’ACI.

Quanto costa il passaggio di proprietà?
Come è chiaro dalla tabella in alto, i costi della voltura variano in base al veicolo e alla provincia di residenza. Generalizzando si può dire che più potente sarà il veicolo, e più il prezzo della voltura sarà salato. Per un’auto sportiva da 167 cv, con futuro proprietario residente in provincia di Napoli, il costo della voltura sarà di 627 euro; per il passaggio di proprietà di una Fiat Panda da 80 cv, il costo della voltura scenderà a circa 330 euro.

In sostanza, i costi fissi ammontano a 80 euro, il resto dipende dalla provincia di residenza e dai kW del veicolo da volturare. Effettuare autonomamente la registrazione del passaggio di proprietà può regalare risparmi di denaro molto consistenti.

Quali documenti occorrono per la voltura di un’auto?
Per il passaggio di proprietà svolto autonomamente, ovvero senza l’ausilio di un’agenzia abilitata, occorrono i seguenti documenti:

  • Certificato di proprietà
  • Atto di vendita
  • Nota di presentazione al PRA con l’indicazione del codice fiscale dell’acquirente
  • Fotocopia della carta di circolazione
  • Identità del venditore e dell’acquirente
  • Modulo TT2119 di richiesta per aggiornare la carta di circolazione con l’inserimento dei nuovi dati del proprietario

Come volturare l’auto risparmiando le spese di agenzia
Chi non vuole pagare le spese di agenzia, può registrare il passaggio di proprietà in autonomia effettuando questi passaggi:
1) Autenticate la firma
Recatevi al comune per autenticare la firma presente sull’Atto di Vendita: vi servirà una marca da bollo da circa 16 euro. Il vostro documento di identità e il certificato di proprietà. L’atto di proprietà dovrà essere datato e firmato davanti al dipendente comunale che applicherà la marca da bollo e la timbrerà. A questo punto dovrete pagare i diritti di segreteria a discrezione del comune (di solito costano 0.50 – 1,00 euro).

2) Consegna al PRA
Quando sarete in possesso del libretto di circolazione e il certificato di proprietà con l’atto di vendita con firma autenticata sul retro, non dovrete fare altro che recarvi all’ACI con servizi PRA. Fate attenzione: l’ACI è un’agenzia, quindi non basta recarsi a qualsiasi sportello ACI altrimenti pagherete i diritti di agenzia. Per risparmiare dovrete recarvi agli uffici ACI con servizi PRA.

Allo sportello dell’ufficio ACI con servizio PRA dovrete richiedere e compilare il modulo per il Passaggio di Proprietà. Compilare il modulo è molto semplice: non dovrete fare altro che riportare alcuni dati presenti sul libretto e l’atto di vendita. A questo punto l’impiegato del servizio PRA tratterrà il vecchio libretto ed emetterà uno nuovo, intestato a voi.

Pubblicato da Anna Sepe il 20 settembre 2013