Come si duplica una chiave auto

Come si duplica una chiave dell’auto? Un tempo le chiavi delle auto erano semplicemente a doppia faccia, senza alcuna codifica. Nella foto in alto, al centro si vede una vecchia chiave di una Ferrari, per duplicare questo tipo di chiave basta fare un salto dal ferramenta sotto casa in quanto si tratta di uno schema fin troppo semplice che può essere duplicato anche a partire da una foto. Oggi, per duplicare le chiavi della macchina non basta un fabbro ma ci vuole quasi un programmatore!

Perché è così complicato duplicare le chiavi dell’auto?
La maggior parte delle chiavi auto prodotte dopo il 1995, integrano un transponder in grado di aprire, mettere in moto o chiudere un veicolo. La vettura riesce a partire perché quando si inserisce la chiave per l’avviamento, l’unità di controllo del motore riceve un messaggio elettrico che ne determina l’attivazione disarmando il cosiddetto “immobilizer”.

Da ciò si evince che quando si duplica la chiave dell’auto, non solo bisogna lavorare un pezzo di metallo in grado di girare correttamente nella serratura ma bisognerà anche programmarlo per inoltrare correttamente il segnale al motore così da disarmare “l’immobilizer”.

Il segnale inviato dalla chiave della macchina è solitamente una sequenza alfanumerica, una sorta di password considerata come il codice di identificazione in grado di comunicare correttamente con il veicolo.

Se la sequenza alfanumerica viene inviata e riconosciuta dal veicolo perché già in memoria del computer, la vettura si avvierà. Talvolta non basta fare il duplicato dello chiave dell’auto ma bisogna riprogrammare anche la centralina per far sì che questa possa riconoscere il nuovo codice. In altre parole bisognerà inserire quel codice nella memoria della centralina in modo che possa riconoscerlo e rispondere in modo opportuno.

Come si duplicano le chiavi auto

Come premesso, duplicare le chiavi auto può essere un’operazione molto complessa.

Le chiavi dell’auto codificate possono essere duplicate e il prezzo della copia varia in base alla tipologia di copia (da banco, con pin o senza pin) o se desiderate o meno il telecomando per aprire e chiudere l’auto.

Duplicare le chiavi auto senza pin

In molti casi, per comunicare alla centralina il nuovo codice alfanumerico che consente l’accensione e la chiusura dell’auto, è necessario un codice Pin per accedere alle impostazioni principali. Se non siete muniti di codice pin e dovete duplicare le chiavi auto avete due opzioni:
-la più economica
Fare una duplicazione chiave auto da banco, impiegando un metodo alternativo non usato dalle case automobilistiche. In questo modo non ci sarà bisogno di collegarsi alla centralina.
-la più costosa
Si può prima recuperare il codice Pin tramite dialogazione diretta con la centralina oppure si può contattare il concessionario per chiedere nuovamente il codice pin della centralina della propria vettura e duplicare le chiavi auto così come descritto nel paragrafo successivo.

Con il codice pin o quando il codice pin non occorre

Se avete ancora il codice pin rilasciato dal concessionario (di solito attaccato con una targhetta alla chiave di scorta) oppure la vostra autovettura non prevede alcun codice pin, potete procedere con la duplicazione e codifica della chiave tramite obd. Si tratta di  un sistema che va a memorizzare i dati di una nuova chiave direttamente sulla centralina del veicolo. Questo metodo è impiegato anche dai concessionari.

Tale programmazione consente di duplicare la chiave auto con telecomando incorporato tramite la presa OBD, ovvero accedendo fisicamente alla centralina dell’auto.

In caso di chiavi auto smarrite

Se avete perso le chiavi dell’auto e con esse anche il doppione dato al momento dell’acquisto, niente paura: è possibile contattare la casa madre per recuperare una chiave che possa essere ricodificata nella centralina della vostra autovettura.

Pubblicato da Anna Sepe il 19 novembre 2014