Come rinnovare la patente in anticipo

come rinnovare patente in anticipo

Quando vi abbiamo prospettato il tragico scenario di un incidente con patente scaduta, abbiamo sollevato l’opportunità di rinnovare la patente in anticipo così da “togliersi il pensiero” e non rischiare inutili multe e sanzioni amministrative.  Sì, perché chi guida con la patente scaduta rischia non solo multe salate ma anche sanzioni amministrative come il ritiro della stessa patente.



La multa per chi è pizzicato a guidare con la patente scaduta varia dai 160 ai 644 euro, per eliminare ogni dubbio è meglio muoversi prima, per fortuna è possibile effettuare il rinnovo patente in anticipo, prima che sopraggiunga la data di scadenza del titolo di guida.

Come rinnovare la patente in anticipo

Per eseguire il rinnovo della patente prima della scadenza non bisogna seguire particolari iter burocratici: la legge consente di procedere con il rinnovo patente a partire dal quarto mese precedente alla scadenza; in sostanza, se la mia patente scade nel mese di aprile, la posso rinnovare in anticipo eseguendo la visita medica e l’iter burocratico già nel mese di gennaio!

L’iter da seguire è il medesimo visto nell’articolo Come rinnovare la patente.

Per rinnovare la patente le possibilità sono molteplici, infatti potete recarvi da:

  • -Medico dell’ASL
  • -Medico dei Vigili del Fuoco
  • -Medico delle Ferrovie
  • -Ispettore Medico del Ministero del Lavoro
  • -Agenzie pratiche auto
  • -ACI

Per praticità consiglio di rinnovare la patente direttamente presso il medico della ASL più vicina, anche perché ACI e Agenzie pratiche auto applicano ai costi per il rinnovo patente anche una commissione per il servizio da intermediario. Al momento della visita medica per il rinnovo patente avrete bisogno di:

  • documento d’identità valido;
  • la patente in scadenza;
  • il codice fiscale;
  • per i soggetti affetti da limitazioni visive correggibili con lenti: occhiali e/o lenti a contatto;
  • ricevuta del pagamento dei diritti sanitari che varia dai 20 ai 50 euro.
  • l’attestazione del versamento di 9 euro su conto corrente intestato al ministero dei Trasporti (il c/c 9001 è disponibile precompilato presso gli uffici postali);
  • l’attestazione del versamento di 16 euro (la vecchia marca da bollo) sul c/c 4028, anche in questo caso il bollettino precompilato è reperibile direttamente alle Poste;
  • due foto formato tessera recenti.

Sarà il medico a occuparsi di inoltrare la richiesta alla motorizzazione che farà pervenire la patente nuova al domicilio indicato al momento della rinnovo. La patente sarà recapitata a casa vostra mediante posta assicurata quindi sarà necessario versare 6,80 euro per il ritiro, infatti la spedizione sarà a carico del destinatario, quindi vostro.

Pubblicato da Anna Sepe il 28 maggio 2015