Come parcheggiare in retromarcia

Parcheggiare in retromarcia è una delle capacità di guida più difficili da acquisire. Si chiama “parcheggio parallelo” e torna utile nei centri urbani, soprattutto quando le aree parcheggio sono limitate! E’ necessario saper parcheggiare in retromarcia per poter piazzare la propria auto tra due veicoli proprio lungo il marciapiede.

Come parcheggiare in retromarcia, la pratica
Prima di provare a fare parcheggi in parallelo in spazi ristretti, fate un po’ di pratica. Esercitatevi a parcheggiare in retromarcia in spazi di diversi metri più lunghi della vostra auto. Chi ha preso da poco la patente potrebbe aver bisogno di almeno 2 metri di spazio in più rispetto alla lunghezza dell’auto da parcheggiare. Se uscire di casa appositamente per parcheggiare l’auto vi sembra una cosa stupida, sappiate che tale pratica vi tornerà utile quando di sabato sera avete bisogno di un parcheggio in centro!

Come parcheggiare in retromarcia, gli step

  1. Osservare bene lo spazio a disposizione e assicurarsi che sia abbastanza capiente da ospitare la vostra auto.
  2. Assicuratevi di aver inserito i segnalatori luminosi (le quattro frecce), così da segnalare agli altri automobilisti la vostra intenzione di sosta.
  3. Controllare gli specchi retrovisori e posizionarli al meglio.
  4. Assicuratevi che dietro di voi non ci sia nessuna auto o che comunque vi abbia lasciato abbastanza spazio per procedere.
  5. Affiancatevi all’auto dietro la quale dovrete sostare il vostro veicolo e fermatevi. Affiancatevi lasciando uno spazio di circa 90 cm. Tenete d’occhio la vettura alla quale vi siete affiancati: se vi siete accostati troppo vicini, quando ingranate la retromarcia non sarete in grado di parcheggiare, prendete lo spazio che vi serve per eseguire la manovra.
  6. Ogni volta che calcolate male gli spazi, tirate fuori il vostro veicolo e ricominciate il parcheggio dalla posizione di partenza regolando in modo diverso le sterzate in retromarcia.
  7. Quando spostate l’auto in retromarcia, girate il volante volante verso sinistra (se il posto auto è a destra) e con la retromarcia inserita iniziate a pigiare leggermente l’acceleratore-
  8. Continuate a indietreggiare con la ruota girata verso dinistra fino a quando il retro del vostro veicolo sarà arrivato vicino al marciapiede o alla vettura che avete alle spalle.
  9. Nel caso migliore, la parte posteriore della vostra vettura raggiunge il marciapiede quando la parte anteriore della vostra auto ha già oltrepassato il paraurti dell’auto che avete avanti. Purtroppo tale situazione ideale non si verifica sempre e talvolta bisogna fare più manovre.
  10. Quando la parte anteriore della vettura sarà interamente entrata nello spazio in cui parcheggiare, raddrizzate l’auto e siete pronti a scendere!

Pubblicato da Anna Sepe il 27 giugno 2013