Come omologare gancio traino

Come omologare il gancio traino: tutte le istruzioni su come procedere all’omologazione del gancio traino così come previsto dalla legge.

A disciplinare l’omologazione del gancio traino sono gli articoli 75 e 78 del codice della strada. E’ necessario omologare il gancio di traino quando questo dispositivo non era già installato originariamente sulla vettura al momento dell’acquisto.

Quando si decide di installare un gancio traino, per circolare in regola, è necessario sottoporre la vettura a collaudo, per tale procedura sarà necessario presentarsi presso l’Ufficio provinciale della Motorizzazione competente.
Solo dopo l’accertata idoneità del gancio di traino si dovrà provvedere alla modifica del libretto di circolazione sul quale sarà indicata la presenza del gancio di traino.

Come omologare il gancio traino

Il gancio traino è molto utile per trasportare biciclette e altre dotazioni troppo ingombranti per il bagagliaio del veicolo. Al momento della scelta e dell’acquisto del gancio di traino da installare sul retro della macchina, sarà necessario scegliere un modello compatibile al proprio autoveicolo. Un gancio traino omologato per un “Veicolo X” potrebbe non essere adatto all’auto che possedete quindi occhio all’etichetta.

Non solo il dispositivo dovrà essere idoneo e compatibile con la vostra vettura ma anche il montaggio dovrà avvenire a regola d’arte: si sconsiglia il “fai da te” perché durante la procedura di montaggio del gancio di traino sarà necessario ripristinare ex-novo alcuni dei collegamenti elettrici che regolano il funzionamento delle luci posteriori.

Una volta acquistato e montato il gancio traino, bisognerà provvedere all’omologazione e alla trascrizione del dispositivo sul libretto di circolazione. Ecco come omologare il gancio traino:

  • Recatevi agli uffici della Motorizzazione Civile e richiedete gratuitamente il modello TT 2119 (questo modello può essere scaricato anche online, dal sito ufficiale della Motorizzazione).
  • Compilate il modello in ogni parte (sono ben 7 pagine ma niente di impegnativo).
  • Allegate al modello la seguente documentazione:
    -carta di circolazione del veicolo in oggetto
    -documentazione relativa al gancio di traino (che vi sarà rilasciata dal produttore o installatore)
    -dichiarazione dei lavori effettuati a perfetta regola d’arte (rilasciata dall’installatore)

A seguito di esito favorevole del collaudo il gancio di traino verrà trascritto su apposito tagliando adesivo da applicare sulla carta di circolazione.

Quanto costa far omologare il gancio traino?

La spesa più grande riguarda l’acquisto e il montaggio del gancio di traino; per l’omologazione del gancio traino, i costi da sostenere riguardano solo i diritti di tesoreria e l’imposta di bollo; questa spesa può variare da regione a regione. Per la provincia autonoma di Trento la spesa ammonta a 25 euro per il Servizio Tesoreria e 16 euro di Imposta di Bollo.

Pubblicato da Anna Sepe il 2 gennaio 2015