Come guidare la macchina a 17 anni

Grazie a una riforma della strada del 2012, è possibile guidare la macchina a 17 anni. Questi giovani automobilisti dovranno essere accompagnati da un adulto, ma come funziona la cosiddetta “guida accompagnata” e quali sono le condizioni che consentono di guidare l’auto a 17 anni

Per guidare la macchina a 17 anni bisognerà essere in possesso della patente A1 ed effettuare apposita domanda alla motorizzazione civile e ottenere così l’autorizzazione a guidare. Per ottenere l’autorizzazione alla guida accompagnata, bisognerà avere il consenso dei genitori o dei tutori legali del minore e sarà necessario seguire un corso di guida in autoscuola, la frequenza al corso è obbligatoria e di solito è la stessa autoscuola a occuparsi delle procedure burocratiche per assegnare la licenza di guida. L’ultima condizione per poter guidare un’auto a 17 anni è l’applicazione del contrassegno obbligatorio “GA”, Guida Accompagnata”.

Ecco l’iter burocratico da seguire
L’aspirante automobilista, già in possesso di patente di guida A, dovrà presentare una istanza per l’autorizzazione alla guida accompagnata firmata da un genitore. Tale istanza va presentata agli uffici della Motorizzazione Civile di competenza del territorio di residenza dell’aspirante automobilista.

La motorizzazione rilascerà all’aspirante automobilista una ricevuta, questa dovrà essere consegnata alla scuola guida per poter frequentare il corso di formazione propedeutico alla guida accompagnata. Il corso di formazione dovrà avere una durata di almeno 10 ore effettive di guida con lezioni individuali dalla durata di massimo due ore giornaliere.

Al termine del corso il candidato avrà un attestato di frequenza che dovrà presentare presso gli sportelli della Motorizzazione civile. Qui l’aspirante automobilista dovrà indicare i nomi degli accompagnatori fino a un massimo di tre persone che non abbiano superato il sessantesimo anno di età.

Sintetizzando:
1. Recarsi alla motorizzazione e presentare istanza. Richiedere la ricevuta di presentazione istanza.
2. Recarsi all’autoscuola, consegnare ricevuta. Frequentare il corso e ottenere l’attestato.
3. Presentare l’attestato di frequenza del corso alla Motorizzazione.

Condizioni per l’auto
I diciassettenni che guidano grazie alla “patente accompagnata” hanno le stesse restrizioni dei neopatentati. In altre parole: in autostrada il limite di velocità scende a 100 km/h e nelle strade extraurbane è di 90 km/h invece di 110. Durante la guida accompagnata non possono essere presenti passeggeri e dovrà esserci solo un accompagnatore.  L’auto dovrà avere un rapporto potenza/peso non superiore ai 55 kW/t e comunque una potenza non superiore ai 70 kW. L’auto dovrà essere munita del contrassegno recante le lettere GA, di colore nero su fondo giallo retroriflettente. Il contrassegno deve essere ben visibile e le dimensioni dovranno essere di 30×30 cm sul retro e 12×15 cm sul parabrezza anteriore della vettura.

Pubblicato da Anna Sepe il 11 settembre 2013