Brabus B63-620 Widestar

Volete saper qual’è il più maxi dei Super SUV? Date una occhiata a questo mostro targato Brabus, un preparatore “quasi ufficiale” di auto Mercedes che ha inventato la B63-620 Widestar per stupire: quattro ruote motrici capaci di andare dovunque, ma anche 620 Cv di potenza e una accelerazione da super sportiva.

GUARDA LE FOTO: Brabus B63-620 Widestar

Emiri sauditi, affaristi russi e nuovi ricchi orientali sono serviti. Sulla base di una “modesta” Mercedes G63 AMG da 544 Cv ecco fabbricato un proiettile con sterzo e finestrini che mantiene giusti la forma della fuoristrada Mercedes Classe G da cui, in teoria, deriva.

A colpirti non dovrebbero essere solo i paraurti più larghi di 10 centimetri, gli sfoghi di aria laterali  o gli scarichi che escono di lato. Il punto è che nessuno ha mai azzardato di installare su una vettura come questa cerchi in lega da ben 23 pollici con pneumatici della misura 305/35, ovvero super ribassati come neppure una Ferrari.  La B63-620 Widestar  è invece un giocattolo così esclusivo che può permettersi perfino di uscire dagli schemi: chi utilizzerà mai una vettura simile non su asfalto?

Quello che voleva Brabus si è avverato. Il motore 5,5 litri benzina V8 biturbo adesso sprigiona la bellezza di 620 Cv di potenza ed una spinta mostruosa già dai 2.000 giri, cioè appena sopra il minimo. Le prestazioni sono sorprendenti come velocità massima, 230 km/h, ma addirittura sconcertanti in accelerazione, perché  si passa da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi, tralasciando il fatto che questa vettura pesa abbondantemente oltre le 2 tonnellate.

Quanto consuma, nessuno lo dichiara ufficialmente, ma non si fa fatica ad immaginare che un litro di benzina permetta di percorrere non più di 6 km di strada.

Cosa offre in più la B63-620 Widestar ? Un cambio a 7 marce che può funzionare da automatico o in modalità sequenziale, lasciandoti scegliere i rapporti con un tocco sulle leve dietro il volante, oppure un trucco fantastico agli scarichi, che normalmente sono chiusi da una valvola che li rende piuttosto silenziosi, ma con una pressione sul pulsante Sport si spalancano, lasciando passare tutto il suono del motore 8 cilindri.

Come se non bastasse, sul cruscotto di questa Brabus B63-620 Widestar ne trovi un altro di pulsante. Si chiama Brabus Ride Control, ovvero il comando delle sospensioni attive che trasformano una vettura che dovrebbe essere alta da terra, come un fuoristrada, in una sportiva, con il telaio rigido e lo sterzo diretto come ti aspetti se sei abituato a maneggiare vetture da pista. Le quattro ruote motrici ti danno sempre la migliore presa sull’asfalto, ma con gli ammortizzatori ribassati la carrozzeria non si scompone neppure se affronti uan curva con molta decisione.

Da ultimo dovrei parlarti del prezzo, ma qui il nostro gingillo Brabus ci riserva una sorpresa. La stranezza è che  si tratta di una vettura “economica”, almeno se confronti con il modello Mercedes G65 AMG ufficiale da 612 CV, quindi con un motore a 12 cilindri ma meno cavalli. La B63-620 Widestar costa 6.000 Euro in più che la  G63 AMG da cui deriva, dunque 143.000 Euro in tutto, salvo spendere una fortuna in rivestimenti personalizzati per gli interni: puoi avere qualsiasi tipo di pelle in ogni tipo di colore, senza contare le rifiniture in legno, che puoi ordinare identiche a quelle di uno yacht.

Pubblicato da Gianluigi Giannetti il 20 dicembre 2012