Ford Emoji invita a una guida sicura

Don’t Scroll and Drive e Don’t Emoji and Drive, due iniziative targate Ford che invitano alla consapevolezza al volante. La Ford mette in evidenza dati allarmanti su sicurezza stradale e uso dello smartphone.

Le misure previste dal codice della strada sono molto rigide, eppure non sembrano bastare. Per chi usa il cellulare alla guida è prevista una multa di 161 € e la decurtazione di 5 punti dalla patente. Se, nel corso dei due anni successivi, l’automobilista è recidivo e viene pizzicato di nuovo per la stessa infrazione gli potrà essere sospesa la patente da 1 a 3 mesi.
Buzzoole
Queste misure sono piuttosto severe eppure non dissuadono gli automobilisti dall’uso dello smartphone alla guida. Purtroppo le sanzioni disciplinari non sono l’unica conseguenza della guida con lo smartphone: il rischio di incidente per chi guida distratto dal cellulare è elevatissimo. Nonostante le potenziali conseguenze, i piloti continuano a distrarsi digitando messaggi, aggiornando i profili social e sfogliando applicazioni mentre sono al volante.

I dati sono davvero allarmanti:
in Italia, il numero di incidenti stradali legati all’impiego di tablet e smartphone sono in costante crescita. Solo nel 2014, su circa 175 mila incidenti, il 20% è stato causato dall’utilizzo di smartphone alla guida.

Fino a qualche tempo fa, chi usava lo smartphone per leggere o scrivere sms, quadruplicava il rischio di incidente alla guida. Oggi, l’introduzione di applicazioni e browser internet su smartphone moltiplica questo fattore di rischio di 23 volte.

Gli automobilisti sembrano essere inconsapevoli circa i rischi legati all’uso dello smartphone alla guida e, dato che i provvedimenti disciplinari non bastano, sono necessarie massicce campagne di sensibilizzazione. E’ con questa consapevolezza che la Ford Italia è protagonista di diverse iniziative atte alla promozione della sicurezza alla guida.

Per aumentare la responsabilità al volate e creare consapevolezza sui rischi legati all’uso dello smartphone, la Ford Italia ha lanciato una serie di iniziative di sensibilizzazione così come descritte di seguito.

Don’t Scroll and Drive
“Basta un secondo di distrazione per vedersi passare tutta la vita davanti

L’iniziativa si chiama Don’t Scroll and Drive e rievoca, in modo intelligente, lo spavento finale prima dell’impatto. Chiunque si sia trovato in una situazione di autentico pericolo sa bene cosa avviene: adrenalina a mille e la mente che ripropone tanti ricordi e pensieri anche in meno di un secondo! Con la complicità di Instagram, la campagna Don’t Scroll and Drive di Ford ha permesso, mediante uno scroll di un solo secondo, di visualizzare 24 scatti della propria vita, gli ultimi caricati sul canale.

Don’t Emoji and Drive
La campagna che ha coinvolto eventi, social network e quotidiani

L’iniziativa è stata avviata in occasione del WorldEmojiDay, quando sui canali social Ford Italia sono state pubblicate immagini di forte impatto emotivo. Gli Emoji sono le faccine che usiamo su base quotidiana per arricchire i nostri messaggi, la Ford Italia le ha sfruttate per esprimere ben altri concetti mostrando quelli che sono gli anelli deboli della viabilità urbana: bambini, anziani, ciclisti e cani.

Il video che segue, così come la campagna #DontEmojiAndDrive, è stato lanciato da Ford Italia in occasione della Games Week dove tutti gli appassionati di videogiochi possono prendere parte alla campagna di sensibilizzazione e diventare dei veri e propri testimonial del Don’t Emoji and Drive. In che modo? Facendosi scattare una foto per poi vedersi “emojizzati” sul maxi schermo all’interno dell’area Ford e sui principali canali social.

Tutte le informazioni sul Don’t Emoji And Drive sono disponibili sulla pagina web Ford dedicata all’iniziativa.

 

Pubblicato da Anna Sepe il 26 ottobre 2015