Differenza tra cilindrata e cavalli auto

Differenza tra cilindrata e cavalli auto

Qual è la differenza tra cilindrata e cavalli auto? Ecco i dettagli che ti faranno capire in modo semplice e veloce quali sono le differenze tra cilindrata e cavalli, sia nelle auto che nelle moto. Come confrontare al meglio due auto analizzando parametri come cilindrata e cavalli.



Parleremo della differenza tra cilindrata e cavalli auto ma, in realtà, tale differenza non riguarda solo le auto ma qualsiasi macchina dotata di un motore, compresi scooter, moto, trattori, motozappe, macchine agricole, motori per barche…! Vediamo di capire che differenza c’è tra cavalli e cilindrata auto.

Differenza tra cilindrata e cavalli auto

Cavalli e cilindrata sono due caratteristiche distinte, due grandezze diverse che però descrivono, in un certo qual modo, la medesima cosa: la potenza del motore. Possono essere definite “unità di misura” anche se in modo del tutto ufficioso. I cavalli sono un’unità di misura alternativa ai kW, mentre la cilindrata è un modo meccanico per esprimere una caratteristica del motore che avrà un impatto sulla potenza.

Iniziamo con le definizioni:

Per cilindrata in meccanica si intende il volume d’aria teoricamente aspirato durante un ciclo fisico da una macchina volumetrica.

Sappiamo anche che: maggiore è la cilindrata, maggiore sarà la potenza; difatti in condizioni ideali un motore da 125 cm³ svilupperà la metà della potenza rispetto ad un motore da 250 cm³.

Per cavalli, s’intende una unità di misura (non in linea con il Sistema Internazionale che usa i kW) che esprime la potenza del motore.

Quindi i cavalli descrivono in modo diretto la potenza di un motore. La cilindrata, invece, non descrive in modo diretto la potenza del motore.

Se parliamo di un’auto a benzina 2.0, stiamo dicendo che l’auto ha un motore con la capacità volumetrica di 2.000 centrimetri cubici. Perché questo dato si riflette sulla potenza? Perché come ti abbiamo spiegato nell’articolo sul turbocompressore, l’aria è di fondamentale importanza per la combustione! Senza aspirazione e immissione forzata dell’aria nella camera di combustione, il motore perderebbe la sua potenza. Per un approfondimento, prova a leggere l’articolo: “turbocompressore, cos’è e come funziona“.

Vi sono automobili che a parità di cilindrata mostrano due velocità diverse. Qual è il motivo? Il motore ha una potenza (espressa in cavalli o in kW) differente!

Il numero di cavalli di un motore esprime, in modo diretto, la potenza di quel motore. I cavalli sono un’unità di misura analoga ai kW, ecco perché è facile convertire i cv in kW e viceversa, i kW in cavalli.

Come valutare la cilindrata e i cavalli

Chiarito che cavalli e cilindrata sono due caratteristiche diverse ma che possono descriverci fattori analoghi di un motore, cerchiamo di capire cosa valutare quando ci troviamo di fronte a questi dati.

Avere una buona cilindrata è fondamentale soprattutto nelle auto a gasolio.

Per esempio, se ti ritrovi a scegliere tra un’auto diesel con motore 1.5 cc da 120 cv e un’auto diesel con motore 1.9 cc da 100 cv, subito capisci che l’auto da 120 cv è più potente, tuttavia la cilindrata ti mette qualche dubbio. In effetti una cilindrata sovradimensionata potrebbe attutire la mancanza di quei 20 cv. In più, il motore 1.5 cc potrebbe risultare sottodimensionato rispetto al peso dell’auto, quindi sulle salite l’auto potrebbe trovarsi in difficoltà o il motore potrebbe andare sotto sforzo, nonostante quei 20 cv in più! Per questo motivo cilindrata e cavalli sono due fattori che vanno osservati separatamente ma che vanno anche confrontati con altre caratteristiche quali:

  • peso del veicolo
  • velocità massima
  • tipo di motore (numero di cilindri, regime massimo, tipo di alimentazione…)
  • trazione e distribuzione della potenza

Analizzare la qualità e le impostazioni della tecnologia (il tipo di motore, l’elettronica usata…) è fondamentale. La qualità delle varie soluzioni e le loro diverse impostazioni giocano un ruolo importante nelle prestazioni finali di un veicolo.

Pubblicato da Anna Sepe il 14 Agosto 2019