Come scalare le marce

Come tutti sapranno, esistono due tipi di ingranaggi per scalare le marce, quelli manuali e quelli automatici. Mentre il cambio automatico ha un regime specifico di rotazione, con il cambio manuale, sarà l’automobilista a decidere come e quando scalare le marce. Ogni ingranaggio è progettato per funzionare al meglio a una certa velocità e potenza, infatti, gestire bene il cambio vi consentirà di ridurre i consumi di carburante e aumentare la resa delle varie componenti dell’auto: motore, frizione, trasmissione…

Come scalare le marce, consigli pratici
Premesso che con la prima marcia ci si limita alla partenza, ai parcheggi e alle manovre (è adatta solo alle velocità limitate) quindi utilizzate la prima solo per avviare il veicolo e subito scalare alla seconda: la seconda è utilizzata come trampolino di lancio per accelerare più rapidamente ma anche per rallentare: non tutti sanno che per ridurre la velocità del veicolo basta semplicemente inserire la marcia più piccola fino alla seconda così la velocità sarà ridotta autonomamente, questo modo di ridurre la velocità è definito “freno a motore”.

Un errore che molti fanno è quello di pigiare l’acceleratore mentre si sta cambiando marcia o mentre la marcia non è inserita (è in posizione N, “a folle”: in questo modo bruciate solo carburante e danneggiate il motore.

E’ l’auto a chiedervi quando scalare le marce:
ascoltando il rumore del motore, quando questo emette un rumore più stridulo, immettere immediatamente la marcia superiore! Al contrario, le l’auto fatica a prendere velocità o addirittura a muoversi, immettete subito la marcia più piccola. Se avete difficoltà a riconoscere i suoni del motore, date un’occhiata al tachimetro, il cosiddetto “conta-giri” del motore e rispettate la velocità prescritta per qualsiasi marcia che, in linee molto generali si raggiunge quando il motore avrà quasi toccato i 2 mila giri.

Un cambio di marcia preciso è il marchio di garanzia di un buon pilota! Imparate a scalare le marce senza distogliere lo sguardo dalla strada, questo vi consentirà di reagire rapidamente a eventuali imprevisti stradali.

Come scalare le marce, in sintesi

  1. Usare la prima solo per partire
  2. Usate marce basse in salita
  3. Non accelerare mai mentre si sta cambiando la marcia
  4. Inserire la marcia superiore non appena la lancetta dei conta-giri del montore avrà quasi raggiunto i 2.000 giri
  5. Se guidate una motocicletta, mai cambiare marcia senza inserire la frizione!
  6. Per assicurare meno pressione sul motore, aumentare la marcia sempre, ogni volta che possibile fino al raggiungimento della marcia più alta. Questo vi consentirà anche di risparmiare un bel po’ di carburante.
  7. Non cercate di guidare a basse velocità con le marce alte: questo ridurrà la velocità massima del veicolo.

Pubblicato da Anna Sepe il 1 luglio 2013