Come contestare la decurtazione dei punti sulla patente

In questa guida vi illustrerò come contestare la decurtazione dei punti sulla patente di guida dandovi tutte le istruzioni necessarie. Come ben sapete, ogni patente di guida ha 20 punti iniziali che tuttavia possono essere decurtati se si commettono infrazioni tra quelle indicate nella tabella dell’art. 126 bis del Codice della strada. La perdita di punti viene annotata sul verbale dall’organo accertatore (Carabinieri, Vigili Urbani, Polizia Stradale, ecc…) che ha contestato l’infrazione e di seguito comunicata all’Anagrafe Nazionale degli abilitati alla guida che provvederà a inserire la decurtazione nel sistema informatico e a trasmettere alla residenza dell’interessato la comunicazione della decurtazione.


Come contestare la decurtazione dei punti sulla patente se non eravate alla guida
Se passate con il semaforo rosso, se commettete qualche infrazione che è dettata dalla fretta e che comunque è degna di una sonora multa, c’è ben poco da fare, dovrete ahimè accettare la decurtazione dei punti sulla patente.
Se invece al momento dell’infrazione dichiarate di non essere stati voi alla guida, la sanzione accessoria non può essere inflitta per effetto della sentenza della Corte costituzionale.
In tal caso, appena arriva la notifica della decurtazione dei punti sulla patente, dovrete fare immediatamente un reclamo presso il comando delle forze dell’ordine che ha rilevato e sanzionato l’irregolarità con una raccomandata con ricevuta di ritorno: in sostanza avete 60 giorni di tempo ma io vi consiglio di provvedere quanto prima. Dovrete pertanto specificare che alla guida dell’auto c’era una altra persona e non voi: questa persona dovrà essere menzionata, indicandone le generalità ed il suo completo indirizzo.

Dovrete però dimostrare che in quel momento eravate in un luogo diverso dal posto in cui è stata rilevata l’infrazione, avvalendovi anche di testimoni che dovranno confermare che a quell’ora eravate in quel determinato luogo. Se la persona che guidava l’auto non vorrà assumersi la sua responsabilità, sarà accusato di falsa testimonianza e sarete risarciti.

Quando la decurtazione non è applicabile
La decurtazione dei punti sulla patente non è valida:

  • se non viene riportata nel verbale di accertamento della contravvenzione
  • se nel verbale in cui vengono contestate più infrazioni non viene indicato a quale infrazione in particolare si riferisce la perdita dei punti.

Potete controllare in tempo reale lo stato della vostra patente consultando il sito web “Il portale dell’automobilista”, realizzato dal Ministero dei Trasporti. Per accedere all’archivio è necessario registrarsi.

In alternativa potete chiamare al numero 848.782.782 al costo di una chiamata urbana secondo le tariffe del proprio gestore telefonico.

Pubblicato da Anna Sepe il 1 febbraio 2015