Ansia alla guida, come superarla?

L’amaxofobia, che si traduce nella paura di guidare, è una fobia molto diffusa tra i guidatori: molte persone infatti si sentono ansiose al momento di salire in auto. L’ansia alla guida comporta una serie di aspetti sintomatici che corrispondono a tachicardia, attacco d’ansia, mal di testa, nausea, sudorazione alle mani, ecc. e nei peggiori dei casi derealizzazione, (percezione distorta del sé). 


Ansia alla guida, aspetto invalidante
L’aspetto maggiormente invalidante è l’atteggiamento con il quale l’individuo affronta la guida: si teme fortemente di non riuscire ad arrivare a destinazione senza dover evitare di andare a sbattere contro qualcuno a qualcosa. La fobia alla guida diventa ancora più critica per le persone ansiose e che soffrono di attacchi di panico: estrinsecano infatti tutto il loro malessere durante la guida. In casi estremi molti individui scelgono l’alternativa alla guida, pregiudicando anche in maniera tangibile, la vita lavorativa e sociale.

Ansia alla guida, come intervenire
L’ansia alla guida, se non è cronicizzata, può essere curata senza dover necessariamente ricorrere all’interevento dell’esperto. Esistono infatti, accorgimenti che permettono di limitare la probabilità di arrivare a sviluppare un vero e proprio attacco di panico mentre si è al volante.
La prima cosa da fare è agire sui livelli d’ansia: un atteggiamento disteso e rilassato preguida può scongiurare la fobia alla guida. Cosa fare? Di seguito trovate alcuni accorgimenti efficaci che possono ridurre l’ansia alla guida in maniera progressiva.

Quali sono le canzoni che mi piacciono?
Ecco, preparate un cd con le vostre canzoni preferite ma evitate musica rock: ascoltare il cd di un cantante o di un gruppo che vi coinvolge emotivamente, vi porta a da focalizzarvi sulle canzoni. L’ideale sarebbe anche cantare. In alternativa, potete ascoltare musica con suoni della natura, musica classica: nel web trovate brani strumentali scritti per il rilassamento. Una volta preparato il cd, ascoltatelo in auto senza alzare troppo il volume. Dopo aver ascoltato musica per un paio di minuti, provate ad accendere il motore e dopo altri due minuti partite per la destinazione.

Cosa devo avere in macchina?
Procuratevi profumi a base di lavanda, rose, melissa, mirto, neroli: molti studi hanno dimostrato la possibilità di stabilire un’associazione duratura tra un odore e un stato d’animo. In aromaterapia tali profumazioni vengono impiegate a scopo di rilassamento.
Tenete a portata di mano caramelle balsamiche o dal gusto forte in modo tale da contrastare la sensazione di nausea che a volte accompagna l’ansia acuta
Altra aspetto da non trascurare sono i colori. Al momento della guida, evitate colori accesi come per esempio il rosso e preferite colori come il blu, il marrone.

Cosa devo fare prima di mettermi alla guida?
Almeno un ora o un paio d’ore prima di mettervi alla guida, provate a fare una passeggiata o a fare attività fisica leggera. L’esercizio fisico di una certa durata (in genere non inferiore ai trenta minuti di sforzo leggero ma continuativo) provoca una sorta di dipendenza dalla sensazione di euforia che fa seguito al rilascio delle endorfine da parte dell’ipofisi: le endorfine agiscono come gli psicofarmaci, procurandovi un naturale stato di serenità. Si tratta però di psicofarmaci che non hanno bisogno di ricetta medica, privi di effetti collaterali e di tossicità!

Ansia alla guida, consigli utili

  • Guidate con i finestrini un poco aperti in modo da avere il riciclo dell’aria.
  • Evitate di accendere il riscaldamento o magari non regolatelo in modo tale che in auto faccia troppo caldo: questo può innescare la sensazione di respirare male e i giramenti di testa
  • Partite con molto anticipo: la fretta di arrivare può aumentare l’agitazione
  • Guidate se è possibile con una persona cara al fianco
  • Mantenetevi sulla corsia di destra nelle carreggiate a più corsie: se volete fermarvi non subirete la pressione degli altri automobilisti che magari vogliono effettuare un sorpasso a sinistra.
  • Se iniziate ad avere ansia alla guida, cercate di agevolare una buona respirazione: inspirate molto lentamente con il naso ed espirate sempre molto lentamente con la bocca.
  • Evitate di guidare nelle ore serali, quando piove e quando si è già agitati: almeno fino a quando la fobia si sarà un pochino attenuata
  • La sera, prima di coricarvi, ricordate qualche episodio piacevole riconducibile ad una esperienza con la vostra auto: una gita con gli amici, il primo bacio in auto…..insomma ricordi piacevoli. L’associazione auto e pensieri piacevoli introietta nell’inconscio una potenziale pro positività alla guida per effetto post sintomatico.

Va da sé che i consigli sopra citati possono rivelarsi efficaci per qualcuno e meno per altri. In ogni caso non rappresentano rischio o comportano effetti collaterali nel trattamento dell’ansia alla guida.

Se la fobia alla guida dovesse perseverare, è bene optare per un trattamento di riabilitazione psicologica e pertanto rivolgersi ad uno psicologo/psicoterapeuta che si occupa di questi problemi.

Dott.sa A. Sepe, psicoanalista

Pubblicato da Anna Sepe il 16 marzo 2014