Auto cinesi: modelli, prezzi e sicurezza

auto cinesi

Le auto cinesi sono spesso oggetto di dibattito: gli esperti di settore mettono in discussione la sicurezza, la qualità delle componenti meccaniche e l’originalità dei disegnatori! Un’auto cinese, realizzata per il mercato asiatico, non soddisfa gli standard richiesti dal mercato europeo, quindi chi è a caccia di auto cinesi dovrà districarsi tra pochi marchi.



Chi è a caccia di auto cinesi dovrà fare i conti con una scarsa sicurezza e bassa affidabilità a meno che, la vettura, come accennato in precedenza, non sia stata sviluppata appositamente per un pubblico europeo e testata dagli esperti nostrani.

GUARDA LE FOTO DELLA QOROS 3, L’AUTO CINESE

Nel 2007, i costruttori cinesi volevano penetrare nel mercato europeo con la Shenyang Brilliance BS6. La vettura, progettata per il vecchio continente, è stata capace di raccogliere una misera stellina EuroNCAP ed è stata bocciata, senza riserve, dai tecnici dell’Automobile Club tedesco. Dal 2007 a oggi le cose sono cambiate e le auto cinesi (quelle meglio sviluppate!) potrebbero conquistare una buona fetta di automobilisti.

Auto cinesi
Prima di continuare a parlare delle auto d’importazione dalla Cina, vi rimandiamo ai nostri approfondimenti circa le case automobilistiche del mondo:

Tra i costruttori italiani abbiamo citato DR, questa casa automobilistica può tornare utile a chi cerca auto cinesi, in particolare a chi è a caccia di auto economiche o suv cinesi che non rinunciano alla sicurezza e all’accessibilità

Che c’entra un costruttore italiano con le auto cinesi?
La DR è una casa automobilistica nata nel 2006 a Macchia d’Isernia. Il costruttore importa componenti di autovetture dalla Cina (pezzi prodotti dalla casa automobilistica Cherry Automotive, la stessa che sta per lanciare un suv cinese proprio qui in Europa) e li assembla in Italia nel rispetto delle norme del nostro Paese. I modelli del marchio DR sono il City Cross con prezzi da 9.980 euro e la DR 5, venduta a partire da 13.980 euro.

GUARDA LE FOTO DELLA QOROS 3, L’AUTO CINESE

Il City Suv cinese

Nella panoramica delle auto cinesi segnaliamo un urban suv cinese che ben presto debutterà in europa è il veicolo gemello della Qoros 3. La gamma Qoros 3 conta su tre veicoli, una citycar, una berlina e un suv compatto. Il prezzo del modello d’entrata non è certo “cinese”, infatti costa circa 16.000 euro. L’auto cinese in questione, la Qoros 3 (nella foto in alto) è prodotta in Cina ma da un team europeo perché come affermano i produttori, “ai cinesi piace comprare auto europee”. La Qoros 3 è frutto di una joint venture tra il marchio israeliano Israel Corporation e la cinese Chery Automotive, la stessa che fornisce i pezzi all’italiana DR.

Auto cinesi, i cloni

La Great Wall Peri è l’auto della discordia tra Italia e Cina. La Great Wall Peri è un’utilitaria che richiama, in ogni sua forma, la Fiat Panda di seconda generazione. La vettura ha fatto scattare un caso giudiziario tra Torino e Shijiazhuang, dove l’azienda cinese è stata prima accusata e poi assolta dall’aver copiato. Questo della Panda non è l’unico caso di plagio, i cloni cinesi fanno infuriare un po’ tutte le case automobilistiche, per fare qualche esempio:

  • la LandWind X7 presentata al Salone internazionale dell’auto di Guangzhou è stata spudoratamente ‘ispirata’ alla Range Rover Evoque.
  • La Lifan 330 è la sosia, nella parte frontale, della Fiat 500L.
  • La Beijing Auto BJ80 è identica alla Mercedes Classe G.
  • Il SUV cinese Hawtai B35 è la copia della prestigiosa Porsche Cayenne.

GUARDA LE FOTO DELLA QOROS 3, L’AUTO CINESE

Se siete a caccia di un suv cinese o di un suv gpl che consuma poca, vi rimandiamo all’articolo Suv cinese: modelli e prezzi.

Pubblicato da Anna Sepe il 25 febbraio 2015