Come oscurare i vetri di un’auto

 come oscurare i vetri

Vetri scuri in stile limousine come quelli dei VIP? Anche in Italia si può fare e, come vedremo, è una operazione che ha anche dei benefici per la sicurezza, ma è chiaro che quello che avete in mente è una bella dose di grinta. Ecco come fare.

Come sanno in molti ma non tutti, i vetri non bruniscono se smontati e cotti in forno, ma attraverso l’applicazione di una pellicola adesiva. Per legge, può rivestire solo ai vetri dei finestrini posteriori e del lunotto posteriore, a patto che la vettura sia dotata di doppi specchietti laterali, sia a destra che a sinistra.

Il Codice della Strada vieta in modo assoluto di applicare pellicole sul parabrezza anteriore e sui vetri laterali anteriori, perchè è richiesto che il campo di visibilità del guidatore resti invariato rispetto a quello della vettura originale.

La buona notizia è che, sempre per il Codice della Strada, i nostri nuovi vetri oscurati non necessitano di collaudi e dunque non servono modifiche alla carta di circolazione, ma tutto questo solo se utilizziamo pellicole omologate, con tanto di certificato che viene rilasciato dall’installatore: il fai da te è impossibile.

Ma lo facciamo solo per estetica? Le pellicola, incollandosi al vetro, trattiene sue schegge nel caso di un forte urto e dunque protegge i passeggeri da pericolose ferite: per questo motivo è concesso incollare una pellicola anche ai vetri laterali anteriori, ma esclusivamente di tipo trasparente.

Pubblicato da Gianluigi Giannetti il 12 dicembre 2012